L’oblio che saremo

“È necessario sradicare un luogo comune sulla nostra attuale situazione di violenza politica. Pochi ci riflettono, lo riceviamo tutti passivamente, senza pensarci, senza nemmeno soffermarci sugli argomenti che lo confermino o le crepe che lo possano smentire. Il luogo comune è quello che afferma che la violenza attuale che subiamo in Colombia sia cieca e…

Read More
Estate

Quest’anno sono andata al mare in Croazia. Era previsto un viaggio più o meno itinerante: una settimana statica in qualche villaggio di pescatori e una alla scoperta dei piccoli paesi fatti di pietra bianca, di fondazione romana e per secoli di dominazione veneziana. Per il carattere poco sedentario di questo viaggio ho preferito lo zaino…

Read More
Perché a vent’anni è tutto chi lo sa

Ho ventun’anni da quasi un anno. Mi sento spesso dire che sono più matura della mia età, come se ad ogni età si fosse maturi ad un certo grado, come se dovessi essere matura 20 e fossi matura 32, nella scala a me ignota della maturità. Mi viene suggerito di vivere con maggiore leggerezza. Di…

Read More
Voi che vivete sicuri, Milano Pride 2019

Il cemento rovente e l’afa tropicale non sono bastate a fermare le trecentomila persone che si sono riunite per partecipare al Pride milanese. Un record di presenze per l’evento che si tiene ogni anno a giugno, in commemorazione dei moti di Stonewell del 1969. È stata, come sempre, una grande festa: buona musica, coriandoli colorati,…

Read More
Un amore

“All’improvviso non ci sarà più niente di falso, di taciuto, di nascosto, di vile, di meschino. Le braccia tenute su come due piccole ali ripiegate, i fianchi ondulanti nello scatto del saltello, la faccia chiusa in un sorriso immobile che non è più suo ma della musica stessa, ingenuo pensiero di cose belle, orgoglio di…

Read More
Università di Verona contro il congresso delle famiglie: dell’utilità di studiare

Lezione di Filosofia politica, Università statale di Milano. Uno studente chiede al professore quale sia l’utilità di studiare i classici del pensiero politico, di  interrogarsi sulla costituzione migliore, di ragionare sulle discontinuità del nostro tempo, se proprio questo tempo in cui ci è dato vivere vede un incredibile degrado della discussione politica e l’interesse alla…

Read More
Le urla in cui riconobbi la guerra

Una domenica invernale di qualche mese fa andavo a vedere lo spettacolo “Ridi Rwanda ridi” al Teatro Officina.  Il Teatro officina è una di quelle piccole realtà di quartiere, la cui bellezza non può che smuovere in te qualcosa di dormiente. L’ostinazione, l’impegno, la profonda serietà con cui in questo luogo si fa cultura è…

Read More
Che tutte le acque ci riguardino

Sono morte centodiciassette persone nel mar Mediterraneo, nella mattinata di venerdì 19 gennaio 2019. Il gommone che le trasportava è affondato, portandosi dietro quell’umanità disperata, incapace di mantenersi a galla. Lo ha fatto in acque libiche, giustificando così la nostra estraneità ai fatti, la nostra totale indifferenza e addirittura il ghigno soddisfatto di chi, in…

Read More